Deprecated: Non-static method JSite::getMenu() should not be called statically in /home/andreag1/domains/sinistraeuromediterranea.it/public_html/templates/gk_bluap/lib/framework/helper.layout.php on line 117

Deprecated: Non-static method JApplication::getMenu() should not be called statically in /home/andreag1/domains/sinistraeuromediterranea.it/public_html/includes/application.php on line 536

Il modello cinese di Gustavo Esteva



The Economist, il settimanale che meglio esprime l’intellettualità organica dell’economia di mercato, lo scorso anno aveva definito il capitalismo di Stato cinese come il nuovo modello emergente nel mondo. In realtà, lo Stato protegge e accompagna il dominio del capitale fin dalla nascita “ma mai prima d’ora aveva operato su tale scala e con strumenti tanto sofisticati”. Peccato che la sfrenata esaltazione della pura logica del profitto comincia a mostrare il suo volto rovinoso e i cinesi non sanno più come uscire dai guai. Il capitalismo di stato, come quello liberale, funziona solo con un regime dispotico. Ha ancora senso considerare la conquista degli apparati dello Stato la sola via possibile per cambiare?



Il modello cinese di Gustavo Esteva

È possibile che la maniera cinese di produrre e di governare stia contagiando il pianeta assai di più di quanto non lo stiano facendo i prodotti cinesi. Con il cambiamento di una sola parola, un mese fa il Partito Comunista Cinese ha precisato il significato delle riforme iniziate negli anni Ottanta. Fino a ottobre il ruolo del mercato era ufficialmente “basilare”; a partire da ora sarà “decisivo”.

Il 21 gennaio del 2012, The Economist, uno dei più intelligenti e meglio documentati intellettuali organici del capitalismo, aveva interpretato bene questa evoluzione cinese in un dossier speciale: “La nascita del capitalismo di Stato: il nuovo modello mondiale emergente”. Il settimanale ha riconosciuto che l’intervento statale ha accompagnato il capitalismo fin dal suo nascere, ma ha osservato che “mai prima d’ora aveva operato su tale scala e con strumenti tanto sofisticati”. Brasile, Cina e Russia rappresenterebbero questo modello.

La rivista non ha tenuto conto della tradizione intellettuale che aveva definito “capitalismo di Stato” l’esperienza dei paesi del socialismo reale e, in questo dossier, non si è azzardata a riconoscere ciò che a poco a poco è venuta ammettendo dopo: il “nuovo stile” si è esteso al mondo intero, dopo il fallimento del neoliberismo. La logica del profitto regola ora tutti gli investimenti, fino a quelli relativi alle infrastrutture; ha la priorità sulla gente e sull’ambiente e perfino sulla crescita economica.

Fino a una ventina di anni or sono pensavamo ciecamente che la Cina avrebbe potuto trasformarsi senza mettere in pericolo la propria condizione e il pianeta. Si circolava in bicicletta. Oggi sappiamo che questa era un’illusione. Cento milioni di automobili assediano già 700 milioni di biciclette, ora confinate su una sola corsia invece delle sei di cui disponevano prima. Si torna a usare l’espressione attribuita a Napoleone: “Il pericolo giallo”.

I cinesi sanno che sono nei guai, ma non sanno come uscire dal sentiero verso l’abisso in cui si sono cacciati. Apparentemente pensano che il meglio che potrebbe loro accadere è di sbattere contro un muro. Alcuni anni or sono il loro sottosegretario all’ecologia dichiarò a Der Spiegel che la miracolosa crescita economica cinese si sarebbe arrestata “perché l’ambiente non avrebbe potuto sopportarla”. Disse anche: “Credere che la prosperità economica vada automaticamente per mano con la stabilità politica è un grosso errore … Se il divario fra poveri e ricchi cresce, il paese e la società si destabilizzeranno”.

Il futuro li ha raggiunti. L’instabilità è già arrivata. Ottantamila consistenti mobilitazioni l’anno lo confermano. Invece della “società armoniosa” che perseguiva il piano quinquennale è arrivata una società conflittuale … che si estende in tutte le direzioni. E’ tanto ridicolo e irreale definire “socialismo di mercato” quel che sta accadendo quanto lo è parlare, nel resto del mondo, di capitalismo liberale o di democrazia rappresentativa. Siamo già in un’altra era. Per continuare il saccheggio e tenere sotto controllo la protesta sociale è indispensabile smantellare la facciata democratica. Il capitalismo di Stato può funzionare solo in un regime dispotico

Pochi governi si subordinano al capitale privato e alla logica del profitto come quello di Peña Nieto (l’attuale presidente del Messico, ndt) ma questo atteggiamento non è molto diverso da quello adottato dai governi cosiddetti progressisti dell’America Latina. Lula ha dichiarato con orgoglio: “Un operaio metallurgico … sta realizzando la maggior capitalizzazione della storia del capitalismo” (Proceso, 1770, 3/10/10). Alcuni vogliono sganciarsi. Per esempio, secondo García Linera, vicepresidente della Bolivia, lì “lo Stato non si comporta come un capitalista collettivo come è tipico del capitalismo di Stato, bensì agisce come un redistributore delle ricchezze collettive (La Jornada, 7/2/12). Impiegare una parte del plusvalore generato dagli enti pubblici per una politica assistenziale o redistributiva non cambia il carattere del regime e in realtà questa è una funzione tipica degli amministratori statali del capitalismo. Gustavo López, che capeggia in Uruguay l’anticapitalista Unidad Popular, che il prossimo anno tenterà di sloggiare il Frente Amplio (dal governo, ndt), pochi giorni or sono ha denunciato che questo promuove lo spossessamento e il saccheggio e che Mujica (attuale presidente dell’Uruguay, ndt) ha tramutato il suo antico sogno di trasformare il mondo nella pura amministrazione del capitalismo. I sostenitori della vendita di Pemex (azienda petrolifera pubblica, ndt) argomentano che il Messico starebbe solamente prendendo la decisione che è già stata presa in Brasile, Ecuador, Argentina o perfino a Cuba: associarsi al capitale transnazionale.

E’ possibile, nell’attuale situazione del mondo, continuare ad attribuire agli apparati statali un carattere puramente strumentale? Si può continuare a coltivare l’illusione che nuovi operatori potranno dare un deciso colpo di timone e incamminarsi verso un’altra direzione? Ha ancora senso tentare di conquistare quegli apparati? Oppure è necessario spostare la lotta in un altro spazio, con la convinzione che sarà possibile sostituire il regime dominante solo riorganizzando la società dal basso, creando la nuova società nel ventre di quella vecchia?

 

Fonte: La Jornada

Traduzione a cura di This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

Gustavo Esteva vive a Oaxaca, in Messico. I suoi libri vengono pubblicati in diversi paesi del mondo. In Italia, sono stati tradotti: «Elogio dello zapatismo», Karma edizioni: «La Comune di Oaxaca», Carta; per l’editore Asterios gli ultimi tre: «Antistasis. L’insurrezione in corso»; «Torniamo alla Tavola» e «Senza Insegnanti». In Messico Esteva scrive regolarmente per il quotidiano La Jornada ma i suoi saggi vengono pubblicati anche in molti altri paesi. In Italia collabora con Comune.

http://comune-info.net/2013/12/il-modello-cinese/

 

29 comments

  • goyard handbags
    goyard handbags Thursday, 21 February 2019 22:13 Comment Link Report

    A lot of thanks for all of the work on this web page. My aunt loves managing investigation and it's really easy to understand why. My spouse and i know all concerning the powerful mode you produce very useful guidelines by means of the web site and therefore inspire participation from other individuals on that area while my simple princess is certainly understanding so much. Take pleasure in the rest of the year. You are always doing a first class job.

  • red bottom shoes
    red bottom shoes Wednesday, 20 February 2019 20:07 Comment Link Report

    My husband and i have been peaceful Michael managed to carry out his homework from the precious recommendations he was given from your own web site. It is now and again perplexing to simply be giving freely helpful tips which often many people could have been making money from. We fully understand we have got you to thank for that. The entire explanations you made, the easy web site navigation, the friendships you aid to foster - it is many powerful, and it's really facilitating our son and the family imagine that that matter is enjoyable, and that is exceedingly important. Thank you for all!

  • yeezy boost 350
    yeezy boost 350 Tuesday, 19 February 2019 23:41 Comment Link Report

    I wanted to make a simple word in order to say thanks to you for all of the precious steps you are showing on this website. My time-consuming internet research has at the end of the day been compensated with sensible points to exchange with my partners. I would say that we readers actually are quite lucky to be in a perfect site with many marvellous people with very beneficial solutions. I feel really privileged to have discovered your weblog and look forward to really more pleasurable times reading here. Thank you once more for a lot of things.

  • adidas eqt support adv
    adidas eqt support adv Tuesday, 19 February 2019 18:57 Comment Link Report

    I needed to draft you the little bit of observation so as to say thanks as before over the stunning principles you have contributed on this website. It has been simply shockingly generous of people like you to allow openly just what numerous people might have advertised as an ebook to help with making some cash for their own end, notably considering that you might have done it if you wanted. These thoughts as well worked like the fantastic way to be sure that the rest have the same dreams like mine to realize good deal more on the subject of this problem. Certainly there are millions of more fun periods ahead for individuals who scan through your blog post.

  • yeezy shoes
    yeezy shoes Monday, 18 February 2019 18:18 Comment Link Report

    I and also my buddies were going through the good guidelines on your web site then all of the sudden got a terrible suspicion I had not expressed respect to the web blog owner for those tips. Most of the people had been excited to read through all of them and now have in actuality been taking pleasure in those things. Appreciate your indeed being so thoughtful and for using certain nice subjects millions of individuals are really needing to be aware of. Our honest apologies for not expressing gratitude to sooner.

  • balenciaga sneakers
    balenciaga sneakers Sunday, 17 February 2019 17:08 Comment Link Report

    I precisely wanted to say thanks again. I'm not certain what I could possibly have sorted out in the absence of the entire smart ideas documented by you regarding my topic. Completely was a very hard condition for me, but finding out your expert style you resolved that took me to jump with delight. I'm happy for your information and in addition expect you find out what an amazing job you are getting into educating the others via your web blog. I'm certain you have never got to know any of us.

  • yeezy boost 350
    yeezy boost 350 Saturday, 16 February 2019 14:17 Comment Link Report

    I precisely wanted to thank you so much once again. I'm not certain what I could possibly have implemented without these creative concepts provided by you regarding such a field. It had been a very challenging condition for me, but viewing a new well-written mode you dealt with that made me to weep with delight. I'm happier for your guidance and even hope that you know what a powerful job you are doing training men and women through your webpage. Most probably you have never encountered any of us.

  • cheap nba jerseys
    cheap nba jerseys Friday, 15 February 2019 11:26 Comment Link Report

    I actually wanted to compose a simple note so as to express gratitude to you for the lovely solutions you are writing at this site. My rather long internet research has finally been recognized with awesome concept to go over with my colleagues. I would believe that we visitors are really fortunate to live in a notable community with many wonderful professionals with helpful pointers. I feel very much fortunate to have used the webpage and look forward to really more thrilling minutes reading here. Thanks a lot again for everything.

  • adidas nmd
    adidas nmd Friday, 15 February 2019 00:55 Comment Link Report

    Thanks a lot for providing individuals with an exceptionally terrific opportunity to read in detail from this website. It can be so nice and as well , full of fun for me and my office mates to search your web site at least thrice a week to read the fresh items you have. And indeed, we're actually pleased with your splendid secrets you give. Selected two areas in this post are without a doubt the most impressive we have had.

  • nike polo
    nike polo Thursday, 14 February 2019 00:02 Comment Link Report

    I not to mention my buddies have been checking the good tips and hints found on your web site then quickly came up with a terrible feeling I never thanked the web blog owner for those secrets. The boys became consequently glad to learn them and now have actually been enjoying them. Thank you for truly being well kind as well as for utilizing such marvelous themes most people are really eager to know about. My very own sincere regret for not saying thanks to you earlier.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.