NOTE SULL’ASSEMBLEA DEL 5 LUGLIO Roma con Tsipras > News >

 

NOTE SULL’ASSEMBLEA DEL 5 LUGLIO

Car* tutt*, come sapete e come potete anche vedere attraverso il nostro canale youtube, abbiamo tenuto una ricca assemblea, che ci ha fatto fare un passo in avanti nel nostro percorso, a partire dal rafforzamento del legame con il/le “compagn*” eletto/e, che ringraziamo per aver promosso un incontro che ci ha dato la possibilità di discutere ed individuare o di definire meglio il tracciato su cui impegnarci nei prossimi mesi, a partire dalle nostre iniziative per il contro semestre.   Lavori della mattina I lavori della mattinata sono stati aperti dalle relazioni di Barbara Spinelli e Eleonora Forenza e sono stati conclusi da Curzio Maltese   Dopo aver potuto ascoltare ciò che è stato e ciò che nell’ambito del lavoro parlamentare verrà fatto, nella divisione dei compiti che si è data la nostra delegazione parlamentare, l’assemblea ( abbiamo registrato presenze da 46 provincie), ha discusso gli ambiti e le priorità della nostra azione politica, attraverso la definizione di alcuni assi di lavoro, per la costruzione di una alternativa in Europa e in Italia.   In particolare è emersa, senza volere riassumere 3 ore di intervento, sia la necessità di svelare la finzione della retorica della propaganda renziana che racconta di voler battere i pugni sul tavolo per una flessibilità sui trattati, una flessibilità che in realtà è e resta all’interno del patto di stabilità, che i socialisti e lo stesso Renzi non hanno nessuna intenzione di mettere in discussione, sia la necessità di dotarsi di una nostra autonoma agenda. Sui temi dell’agenda si sono concentrati gli interventi della mattinata con proposte di temi sia di modalità di lavoro ( gruppi di lavoro nazionali ma non solo). I temi posti sono stati moltissimi (TTIP Rendere pubblici i termini dell’accordo. raccordarci con la rete italiana e europea stop TTIP / così come i trattati bilaterali con l’area del Magreb Mashrek- intreccio Lavoro Reddito Beni Comuni – temi di economia e mercato nuove funzioni per la Banca Centrale Europea / de mercificazione- una costituente europea per un Europa Mediterranea- Ambiente / Climate Change / new Deal 4, riconversione energetica e controllo democratico delle politiche energetica, politiche del territorio- il tema della legalità e lotta alla criminalità – il tema dei diritti digitali- il tema della lotta alla povertà e all’ineguaglianza- la proposta di organizzare un convegno sulla situazione politica riattivando le intellettualità che hanno sostenuto la lista- partecipazione ai primi di ottobre all’iniziativa promossa da una rete di associazioni e organizzazioni a Lampedusa- il tema della democrazia come tema europeo, con la concentrazione del potere nei governi e la cancellazione dei parlamenti sia a livello nazionale che europeo, a cui è connessa la battaglia per la battaglia per l’informazione- la creazione di gruppi di competenza a livello non solo nazionale ma anche europeo.)   Dal punto di vista operativa è emersa la disponibilità del gruppo Europeo il GUE/NGL a fare tre giorni di incontri alla ripresa: la proposta è quella di tenerli a Firenze, in continuità con il social forum del 2002. I tre giorni potrebbero avere anche una funzione di riconnessione tra i movimenti italiani ed europei. Nel dibattito della mattina è emersa anche la proposta di una manifestazione in autunno. Alcuni interventi hanno proposto che manifestazione sia a fine semestre di presidenza Renzi con caratteristiche di manifestazione europea. Molti interventi hanno posto il tema sia di una mobilitazione contro la riforma/manomissione della costituzione, sia il tema del referendum-legge di iniziativa popolare ( cosa molto discussa in questi giorni).     SESSIONE DEL POMERIGGIO I lavori del pomeriggio si sono concentrati sulla definizione delle modalità e del taglio dell’assemblea nazionale di fine luglio. L’assemblea si terrà a Roma La presenza di Alexis Tsipras venerdì 18 a Roma ci offre la possibilità di fare un evento pubblico che ci faccia essere di nuovo in piazza. Di conseguenza l’assemblea alla fine si è conclusa con la decisione di concentrare l’impegno e i nostri lavori tra venerdì 18 sera (iniziativa pubblica con Tsipras) e sabato 19. Per il 18 sera, in base al programma di Tsipras, al fine di avv** È fondamentale che si attivi al massimo la capacità di accoglienza gratuita che il comitato romano potrà mettere in piedi per stimolare l’arrivo dal venerdì sera ( così da potere essere presenti all’inziativa pubblica) e di iniziare i lavori la mattina del sabato alle 9.30. Il comitato romano, che ha già trovato la disponibilità del teatro Vittoria, sta cercando sale nella zona così da potere permettere lo svolgimento dei lavori in sessioni in parallelo. Resta da affrontare sia il tema della copertura dei costi per gli spazi ( solo il Vittoria costa 2.000 euro), per la manifestazione con Tsipras, che quello del sostegno al viaggio di chi partecipa, con modalità “di mutualità tra tutt* noi che partecipiamo, nell’ottica di sostenere chi vuole venire e ha difficoltà ad affrontare le spese. “   CARATTERISTICHE DELL’ASSEMBLEA L’assemblea è il primo passo del nostro lavoro, già ci diamo un nuovo appuntamento per novembre ( fissando già il 19 luglio data e città) in cui verificare il lavoro avviato e porre al centro dei lavori maggiormente il confronto sulla soggettività politica e la situazione politica. Gli obiettivi centrali di questo primo appuntamento sono:
    Rilancio della nostra presenza politica nel paese Attivazione di gruppi nazionali di lavoro finalizzati a campagne e iniziative Definizione della nostra agenda per il semestre italiano di presidenza Renzi Costituzione di un gruppo di coordinamento delle attività fino alla prossima scadenza
L’assemblea del 19 quindi non è per delegati, si deciderà per consenso e largo consenso: le cose su cui siamo d’accordo le facciamo, sulle altre approfondiamo.Il metodo del largo consenso ha bisogno di molta facilitazione. Moltissime reti lo sperimentano da anni, ci sono metodologie adeguate per farlo essere efficace. Gruppo di facilitazione per l’assemblea Su proposta di Raffaela Bolini è stato un gruppo di facilitazione della preparazione e della gestione della assemblea, composto dagli attori che hanno fatto la lista (garanti, comitato operativo, candidati e comitati) – che si formi per auto candidatura,Chi vuole essere parte di questo gruppo di lavoro scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. segnalando la disponibilità ( facciamolo entro martedì 8 sera) Nella assemblea del 19, poi, decideremo insieme (sulla base delle proposte consensuali del gruppo di lavoro ad hoc e possibilmente di un lavoro preparatorio fatto dal gruppo di facilitazione) come organizzarci dopo la assemblea del 19.   Programma dei lavori Venerdì 18 sera: comizio/incontro con Alexis Tsipras Sabato 19 ore 9.30 ritrovo Ore 10.00 Prima sessione: RELAZIONI L’apertura dei lavori prevede solo delle relazioni introduttive che sono state individuate in: • Quadro europeo: Alexis Tsipras • Il nostro percorso: da individuare • La nostra presenza nel parlamento europeo: un/a dei tre parlamentari • Eventuale intervento di ospite internazionale ( Podemos o Linke)   Seconda sessione: LAVORO IN GRUPPI DI LAVORO IN PARALLELO ( ore 11.30-15.30) La proposta è quella che si costituiscano dei gruppi di lavoro permanenti nazionali( che avranno il 19 il loro avvio) che saranno una prima forma di organizzazione finalizzata all’attività politica in Italia . (non sono aree tematiche- che così distinte non andrebbero bene-, ma gruppi di attività nazionali finalizzati). La loro definizione specifica, in base anche agli spazi disponibili, sarà a cura dal gruppo di facilitazione, che dovrà per ogni gruppo predisporre una breve scheda di presentazione, individuare il moderatore e i primi due relatori che avviino il confronto. Lo schema dei gruppi di attività permanenti emerso dall’assemblea è il seguente: 1. forme/ pratiche /modalità organizzative sia per le esigenze attuali sia per la definizione di una soggettività nuova – rapporto rappresentanti/rappresentato 2. Lavoro precarietà welfare 3. economia, finanza, commercio, riconversione ecologica, new deal 4. beni comuni, ambiente, energia e territorio 5. Mediterraneo, migranti, relazioni europee e internazionali, pace 6. democrazia, Costituzione e legge elettorale ( collegandoli all’Europa) 7. cultura, scuola e formazione 8. questione di genere   A questi gruppi di lavoro permanenti si aggiungono n.2 specifici gruppi di lavoro per la discussione del 19 a cui verrà affidato il compito di istruire A. Agenda semestre : campagne, conferenza sul clima, Lampedusa, Manifestazione… B. Rapporto eletti/rappresentati in questa fase con confronto anche sul ruolo dell’Associazione che ha la nostra rappresentanza legale   I partecipanti a questi gruppi al termine dell’assemblea entreranno a fare parte del gruppo di lavoro di interesse. Il tema del rapporto eletti/rappresentati è parte integrante del gruppo di lavoro permanente sulle nostre forme.   TERZA SESSIONE- PLENARIA CONCLUSIVA ( ore 16.00- 18.30) La sessione plenaria conclusiva può vedere:
    Interventi di una o due personalità ( per qualificare la sessione e permettere di risistemare i report dei gruppi) Brevi report dei gruppi di lavoro permanenti ( principalmente sulle modalità e scadenze dell’attività in settembre) Presentazione ampia dei gruppi specifici dell’assemblea ( agenda e rapporto con gli eletti) e decisioni con il metodo del consenso sulle proposte. Indicazione prossima assemblea e del gruppo di coordinamento che starà in carica fino ad essa.
Abbiamo anche bisogno di un agigornamento della nostra proposta politica, potremmo valutare se creare un gruppo di redazione che prenda spunto dalle relazioni introduttive.

 

P.S. TSIPRAS ci ha comunicato che al 99% potrà essere in Italia dal 17 pomeriggio al 19 prima mattinata. Immaginando di non toccare l’appuntamento di piazza con lui, possiamo avere da lui la relazione scritta o prevedere ( ma la cosa può sacrificare la presenza di chi arriva il 19 mattina) una apertura il 18 sera prima o dopo l’iniziativa pubblica.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna