l deputato dell'opposizione di sinistra, Mohamed Brahmi, è stato ucciso oggi, Festa della Repubblica, all'Ariana, nella banlieue di Tunisi.

Riceviamo in questo momento da Anna Maria Rivera una drammatica notizia:

"Il deputato dell'opposizione di sinistra, Mohamed Brahmi, è stato ucciso oggi, Festa della Repubblica, all'Ariana, nella banlieue di Tunisi.L'assassinio è avvenuto con modalità identiche a quelle dell'omicidio Belaid: un agguato di due persone in moto che lo hanno freddato con 5 colpi (alcune fonti dicono 11) mentre entrava nella sua auto.
Sono in corso manifestazioni e scontri con la polizia in molte località del Paese. A Sidi Bouzid, luogo di nascita di Brahmi, i manifestanti hanno dato alle fiamme le sedi del governatorato e di Ennahda.
A Tunisi, in Avenue Bourguiba, la polizia sta lanciando le solite granate asfissianti contro i manifestanti, che resistono e contrattaccano.
L'UGTT ha proclamato per domani lo sciopero generale. I partiti di opposizione, compreso Nidaa Tounes, chiedono le dimissioni del governo e del presidente della Repubblica, e lo scioglimento dell'Assemblea nazionale costituente.


Sembra l'inizio di una seconda insurrezione popolare..."

Nel condannare l'efferato delitto, e nell' esprimere il nostro cordoglio e la nostra solidarietà alla famiglia ,al suo partito  ai suoi compagni, a tutti i tunisini protagonisti della rivoluzione della dignità, amanti della libertà , della democrazia, di una nuova società rispettosa delle persone e dei loro diritti, seguiamo con grande apprensione  gli sviluppi della situazione che si inserisce in uno scenario sempre più incandescente che dal nord Africa coinvolge , in modi e forme diverse tutta la regione medio orientale.

WWW.Sinistraeuromediterranea.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna